Come ci si diverte a Milano

La Milano da bere è notoriamente il polo urbano italiano che offre di più in termini di qualità e quantità del divertimento. Giovane e cosmopolita, la città Ambrosiana vanta numerosi locali e discoteche alla moda disseminate in quasi tutte le zone più centrali.

I quartieri Garibaldi e Brera, Corso Sempione, ma soprattutto i Navigli sono i cuori pulsanti della movida milanese, dove dal pomeriggio fino a tarda notte si assiste ad un tripudio di gente, musica e club all’aperto. Il punto di forza della vita notturna è certamente la varietà di scelta: ce n’è per tutti i gusti, dagli amanti degli eventi culturali sino agli irriducibili della discoteca.

Il divertimento inizia per tutti alle 19 con l’happy hour, felice invenzione milanese esportata in tutta Europa; l’aperitivo di vide i cittadini tra i locali chic e glamour del quartiere Isola e quelli più low cost e informali di Città Studi, disseminata di pub e birrerie.

Quel che rende unico il divertimento nel capoluogo lombardo è la ricerca di posti insoliti e stravaganti in cui potersi rilassare ed evadere dalla noiosa vita d’ufficio. In questo video ad esempio vengono descritti i locali più famosi di Milano, tra escort e champagne: il Beda House, in splendido stile vittoriano e la sala gotica o il 4cento, che unisce interni all’avanguardia e atmosfere bucoliche. Famose e molto frequentate sono anche le Fonderie Milanesi, che mantiene le strutture della fabbrica su cui è stato costruito. Per gli amanti del fascino dell’Oriente ci i suggestivi Bhangrabar ed El Jadida. Da ricordare che sono locali per tutti, single e coppie, chi è in “fuga con una escort a Milano” alla ricerca di trasgressione, gay e lesbiche.

In tema di organizzazione di eventi, uno dei più attesi per quest’estate 2017 è l’Atomic Bar Summer Edition. Il primo discobar milanese, dalla tipica playlist underground e alternativa, si trasferisce tutti i week end estivi presso i cortili all’aperto Base Milano. L’ingresso, dalle 22, è libero; musica e dj set proseguono fino a tarda notte. L’Atomic Bar ha una lunga storia che prosegue dagli anni ’80, e che non conosce momenti di crisi: l’ambiente è eterogeneo, la musica accuratamente selezionata e ogni particolare pensato in modo da divenire iconico: del resto era il locale preferito da Joe Strummer durante i suoi passaggi o soggiorni a Milano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.